Sitemap

L'aggiornamento 2020 del Razer Blade Pro 17 (a partire da $ 2.599; $ 3.199 come testato) mantiene il design dell'anno scorso, ma offre componenti e funzionalità nuovi.I punti salienti del nostro modello di test sono una GPU Nvidia GeForce RTX 2080 Super (Max-Q) e un display a 300Hz, entrambi rivolti agli appassionati.Questa macchina è una delle migliori prestazioni e uno dei laptop da gioco da 17 pollici più portatili, il tutto racchiuso in una struttura in metallo di alta qualità.Non è abbastanza nuovo o diverso per guadagnare la nostra scelta dell'editore, ma come versione più potente per il grande schermo del Razer Blade 15, è una delle principali opzioni da 17 pollici.


Design Check: un giocatore portatile da 17 pollici premium

Dall'esterno, la versione di quest'anno del Blade Pro 17 sembra proprio come il modello che abbiamo recensito l'anno scorso.Gli aggiornamenti principali dei laptop Razer tendono ad arrivare solo ogni pochi anni e poiché questa iterazione del design del Blade Pro 17 è stata una novità nel 2019, l'edizione 2020 si concentra su componenti e funzionalità aggiornati.

Recensione di Razer Blade Pro 17 (2020).

Naturalmente, lasciare il design intatto non è necessariamente un aspetto negativo.Alcuni laptop hanno bisogno di una revisione visiva o fisica, ma il Blade Pro 17 mantiene il design elegante e interamente in alluminio che abbiamo imparato ad amare dei laptop Razer.Rimane elegante, si sente di alta qualità e non presenta punti deboli.È molto più sottile del design precedente al 2019 e utilizza l'aspetto più squadrato e moderno degli altri laptop Blade.

Tuttavia, il vecchio Blade Pro 17 aveva aspetti più unici nel suo design che lo facevano sentire più degno del soprannome di "Pro", mentre il modello 2019/2020 sembra semplicemente una versione con schermo più grande del Razer Blade 15.Va bene di per sé, ma le caratteristiche speciali del design precedente, come la rotella di scorrimento del volume e i tasti meccanici, lo hanno aiutato a distinguersi e a sentirsi più come la macchina di un professionista o di un creatore.Quelli sono ancora assenti qui, ma dovremo solo accettare questo nuovo paradigma, soprattutto perché il nuovo Razer Blade 15 Studio Edition lo compensa come una macchina incentrata sui creatori.

Se sei preoccupato per la portabilità anche per un laptop da 17 pollici, il Blade Pro 17 misura 0,78 x 15,6 x 10,2 pollici (HWD) e pesa 6,1 libbre.È abbastanza portatile se necessario, ma un laptop da sei libbre non è quello che probabilmente renderai il tuo compagno di viaggio quotidiano.Un notebook da 17 pollici, in particolare uno dotato di hardware gaming di fascia alta, non sarà mai un ultraportatile.Concorrenti come l'Acer Predator Helios 700 (1,6 x 16,9 x 11,8 pollici e 10,8 libbre) e l'Asus ROG Strix Scar 17 (1,1 x 15,7 x 11,5 pollici e 6,3 libbre) fanno sembrare il Razer ordinato, mentre altri come il Gigabyte Aero 17 HDR XA (0,84 per 15,6 per 10,6 pollici e 5,5 libbre) hanno battuto il peso.

Un aspetto che aiuta a rendere questo modello più elegante sono le cornici sottili, che su questo modello 2020 incorniciano un nuovo display avanzato.La risoluzione dello schermo rimane Full HD, ma una delle aggiunte principali è una frequenza di aggiornamento di 300 Hz.Questo è un vantaggio per gli appassionati di multiplayer competitivo (e intendo gli appassionati, anche i giocatori multiplayer abbastanza coerenti non avranno bisogno di 144 Hz, non importa 300 Hz), poiché i frame rate si traducono in un vantaggio competitivo.Parleremo più avanti di quanti frame questo hardware può spingere nella sezione delle prestazioni.Se vuoi rendere questo laptop un po' più "Pro", una SKU più costosa offre un pannello touch 4K con una frequenza di aggiornamento di 120Hz.A proposito di cornici, una webcam da 720p si trova lungo la parte superiore del pannello.

A completare la build ci sono un eccellente touchpad e una buona tastiera.I touchpad per laptop di Razer rimangono per me i migliori touchpad Windows in circolazione, avvicinandosi all'amata soluzione MacBook di Apple.Si sentono di alta qualità al tatto e tracciano in modo incredibilmente fluido.La tastiera non è così eccezionale, ma è comunque al di sopra della media.Non ci sono feedback speciali, ma la distanza di viaggio è comoda e i tasti hanno un bel rimbalzo.

La tastiera sembra un po' piccola date le dimensioni del mazzo aperto che la circonda, e questo include anche il fatto che non c'è il tastierino numerico.Gli altoparlanti (uno degli elementi meno attraenti e datati del design) occupano invece gran parte dello spazio orizzontale.Almeno la qualità del suono è abbastanza decente, diventa molto forte ma manca di molti bassi.

Infine, veniamo alla selezione delle porte.Ci sono molti connettori a bordo di questo chassis, a partire da due porte USB 3.1 di tipo A, una porta USB-C e un jack Ethernet sul fianco sinistro.Il lato destro contiene una porta USB-C con supporto Thunderbolt 3, un'altra porta USB-A 3.1, una connessione HDMI e uno slot per schede SD.


Componenti e test delle prestazioni

Razer offre tre diversi modelli di questo laptop, con la nostra unità di prova l'opzione di prezzo medio a $ 3.199.Per questo, ottieni un processore Intel Core i7-10875H, 16 GB di memoria, una GPU Nvidia GeForce RTX 2080 Super (Max-Q) e un'unità a stato solido da 512 GB.Come con altri modelli Blade recenti, lo spazio di archiviazione è aggiornabile dall'utente tramite uno slot M.2 aperto fino a 2 TB.

Il modello base costa $ 2.599 e l'unica modifica riguarda la GPU, sostituendo la RTX 2070 Super (Max-Q) meno costosa e meno potente. L'offerta più costosa ($ 3.799) include gli stessi componenti principali della nostra unità, ma aumenta l'SSD a 1 TB e scambia il display 4K menzionato in precedenza.

Ora che hai queste specifiche in mano, vediamo di cosa è capace il Razer nei nostri test benchmark.Ho confrontato il Blade Pro 17 con i laptop concorrenti nella tabella seguente: dai un'occhiata per vedere le macchine e i componenti contro cui deve confrontarsi.

Test di produttività, archiviazione e supporti

PCMark 10 e 8 sono suite di prestazioni olistiche sviluppate dagli specialisti di benchmark per PC presso UL (ex Futuremark). Il test PCMark 10 che eseguiamo simula diversi flussi di lavoro di creazione di contenuti e produttività nel mondo reale.Lo utilizziamo per valutare le prestazioni complessive del sistema per attività incentrate sull'ufficio come l'elaborazione di testi, il jockey su fogli di calcolo, la navigazione sul Web e le videoconferenze.PCMark 8, nel frattempo, ha un sottotest di archiviazione che utilizziamo per valutare la velocità dell'unità di avvio del sistema.Entrambi i test producono un punteggio numerico proprietario; numeri più alti sono migliori.

In un caso raro per i confronti di giochi e laptop, nessuno di questi sistemi utilizza lo stesso processore di qualsiasi altro qui.Questo è un motivo per la variazione che vedi, anche se in realtà sono tutti ben al di sopra della soglia per prestazioni quotidiane efficienti.La CPU del Blade Pro 17 dovrebbe essere un po' più avanti rispetto ai chip dell'Acer e dell'Alienware, ma PCMark 10 non spinge i processori al limite.Le attività mediatiche più faticose, che si basano maggiormente su tutti i core e thread disponibili, ci permetteranno di trarre conclusioni migliori.Sul fronte dello storage, tutti questi SSD scattanti sono quasi ugualmente veloci, garantendo tempi di avvio e caricamento rapidi.

Il prossimo è il test Cinebench R15 di Maxon, che è completamente threaded per utilizzare tutti i core e i thread del processore disponibili.Cinebench sollecita la CPU piuttosto che la GPU per il rendering di un'immagine complessa.Il risultato è un punteggio proprietario che indica l'idoneità di un PC per carichi di lavoro ad alta intensità di processore.

Cinebench è spesso un buon predittore della nostra prova di editing video con freno a mano, un altro allenamento difficile e con thread che è altamente dipendente dalla CPU e si adatta bene con core e thread.In esso, mettiamo un cronometro sui sistemi di test mentre transcodificano una clip standard di 12 minuti di video 4K (il film demo di Blender open source Tears of Steel) in un file MP4 1080p.È un test a tempo e i risultati più bassi sono migliori.

Eseguiamo anche un benchmark di modifica delle immagini Adobe Photoshop personalizzato.Utilizzando una versione all'inizio del 2018 della versione Creative Cloud di Photoshop, applichiamo una serie di 10 filtri ed effetti complessi a un'immagine di prova JPEG standard.Cronometriamo ogni operazione e sommiamo il totale.Come con il freno a mano, qui i tempi più bassi sono migliori.

I processori Core i9 dell'Asus e del Gigabyte dovrebbero essere più veloci del chip Core i7 del Blade Pro 17, quindi non sorprende vederli (per lo più) funzionare meglio in questi test.Meno comprensibilmente, il Blade Pro 17 non ha superato gli altri chip Core i7 (tranne su Photoshop), ma i margini erano molto ridotti.Le differenze nello chassis e nelle soluzioni termiche spiegano perché un processore teoricamente più potente potrebbe avere prestazioni leggermente inferiori, ma alla fine il testa a testa qui non ha molta importanza.

I sistemi Core i9 hanno sicuramente funzionato meglio del Blade Pro 17, anche se il divario non era enorme.Se sai in anticipo che esegui molte modifiche o creazioni multimediali oltre ai giochi, potresti goderti il ​​vantaggio aggiuntivo di un processore Core i9.In caso contrario, le prestazioni multimediali del Blade Pro 17 sono abbastanza veloci per l'uso in un pizzico o come hobby secondario.

Prove grafiche

3DMark misura il muscolo grafico relativo eseguendo il rendering di sequenze di grafica 3D in stile gioco altamente dettagliate che enfatizzano le particelle e l'illuminazione.Eseguiamo due diversi sottotest 3DMark, Sky Diver e Fire Strike, adatti a diversi tipi di sistemi.Entrambi sono benchmark DirectX 11, ma Sky Diver è più adatto ai PC di fascia media, mentre Fire Strike è più esigente e fatto per i PC di fascia alta per sfoggiare le loro cose.I risultati sono punteggi proprietari.

Il prossimo è un altro test di grafica sintetica, questa volta da Unigine Corp.Come 3DMark, il test Superposition esegue il rendering e la panoramica di una scena 3D dettagliata e misura il modo in cui il sistema affronta.In questo caso, è reso nell'omonimo motore Unigine, offrendo uno scenario di carico di lavoro 3D diverso per una seconda opinione sull'abilità grafica di ciascun laptop.

Questi risultati sono ovviamente di particolare interesse per il Blade Pro 17 e garantiscono una visione positiva.La potenza 3D grezza di questa GPU, che si trova in cima alla gerarchia di Nvidia, non sorprende, ma è comunque bello vedere che si comporta bene con le altre nella pratica.Solo la GPU dell'Asus ottiene punteggi migliori, come previsto dato che è la versione a piena potenza dell'RTX 2080 piuttosto che la versione Max-Q ottimizzata.Per quanto riguarda il modo in cui questo si traduce in un gioco reale, passiamo alla sezione successiva...

Test di gioco nel mondo reale

I test sintetici di cui sopra sono utili per misurare l'attitudine generale al 3D, ma è difficile battere i videogiochi al dettaglio completi per giudicare le prestazioni di gioco.Far Cry 5 e Rise of the Tomb Raider sono entrambi titoli moderni e ad alta fedeltà con benchmark integrati che illustrano come un sistema gestisce il gameplay del mondo reale con varie impostazioni.Li eseguiamo a una risoluzione di 1080p con i preset di qualità dell'immagine media e migliore dei giochi (Normale e Ultra per Far Cry 5 con DirectX 11, Medio e Molto alto per Rise of the Tomb Raider con DirectX 12).

La tendenza dei test sintetici continua qui, con il Blade Pro 17 che arriva con il secondo frame rate medio più alto su questi titoli.Qualsiasi frame rate superiore a 100 fps per un laptop è impressionante e il segno di un sistema di fascia alta.Questo è ciò per cui paghi questi prezzi, oltre alla build premium.Questo grande margine di manovra nei giochi AAA ti assicura di vedere almeno 60 fps nei giochi ad alto budget, anche se i più faticosi (guardandoti, Control) potrebbero richiedere alcune modifiche alle impostazioni con RTX attivo.Il fatto che queste prestazioni siano disponibili in uno chassis così sottile, rispetto ad alcune delle macchine molto più spesse in queste classifiche, è ancora più impressionante.

Per quanto riguarda l'utilizzo del display a 300 Hz, ciò richiede un diverso genere di gioco.Le prestazioni di gioco AAA fluide sono importanti, ma i frame rate di centinaia sono rilevanti per i giochi multiplayer competitivi.Uno schermo che ti mostra le informazioni più velocemente e si aggiorna più spesso può darti un vantaggio in una lotta serrata, oltre a sentirti più fluido.

A tal fine, ho eseguito il benchmark in-game di Rainbow Six: Siege per vedere quanto il sistema potesse avvicinarsi al tetto di 300Hz.Sul preset Ultra (con il ridimensionamento del rendering impostato al 100 percento a 1080p), il Blade Pro 17 ha una media di 213 fps.Sul preset Basso, che i giocatori più accaniti usano spesso per massimizzare i frame rate, ha una media di 233 fps.Altri titoli potrebbero spingersi ancora più vicino a 300 fps, ma in entrambi i casi, la macchina può chiaramente utilizzare uno schermo che può mostrare più di 144 fps.

Un altro argomento rilevante per le prestazioni generali è il volume della ventola del Razer e le modalità di prestazione.Quando si eseguono programmi moderatamente impegnativi, direi che le ventole erano più udibili della media.Quando si gioca, diventano piuttosto rumorosi e le ventole sembrano emettere un ronzio più acuto rispetto alla maggior parte, il che è un po' più distraente.

A ciò si aggiungono le modalità di prestazione che si trovano nel software Razer Synapse incluso.L'impostazione predefinita è la modalità Bilanciata, che regola automaticamente la velocità della ventola.Puoi invece scegliere di sintonizzare manualmente le ventole su un numero di giri specifico con un dispositivo di scorrimento in modo che rimangano a quella velocità impostata.C'è anche una modalità personalizzata, in cui puoi impostare sia la CPU che la GPU su impostazioni basse, medie o alte per aumentare le prestazioni.Le ventole del sistema diventano molto più rumorose con queste impostate su alto, al punto in cui sembra che il laptop si stia preparando per il decollo.Per quanto riguarda il modo in cui i preset alti hanno influenzato le prestazioni, ho visto guadagni di 5 fps su Far Cry 5 con impostazioni massime e 10 fps su Rainbow Six: Siege impostato su impostazioni basse.Non sono sicuro che valga la pena il rumore extra.

Test di esaurimento della batteria

Dopo aver ricaricato completamente il laptop, abbiamo impostato la macchina in modalità di risparmio energetico (al contrario della modalità bilanciata o ad alte prestazioni) ove disponibile e apportiamo alcune altre modifiche al risparmio della batteria in preparazione per il nostro test di rundown video unplugged. (Disattiviamo anche il Wi-Fi, mettendo il laptop in modalità aereo.) In questo test, eseguiamo il loop di un video, un file 720p archiviato localmente dello stesso cortometraggio Tears of Steel che utilizziamo nel nostro test del freno a mano, con la luminosità dello schermo impostata su 50 percento e volume al 100 percento fino alla chiusura del sistema.

Come puoi vedere, il Blade Pro 17 ha guidato questo pacchetto da 17 pollici con una durata scollegata di sette ore.È molto tempo senza caricabatteria per un laptop potente con un display grande e veloce.Quando ne avrai bisogno, durerà per un viaggio, utile quando necessario, anche se non viaggi con esso tutti i giorni.


Un'opzione seducente per il grande schermo

Il Razer Blade Pro 17 è allo stesso tempo uno dei laptop da gioco da 17 pollici più potenti e portatili disponibili, il che è degno di lode.Ovviamente, dovresti aspettarti cose buone in questa fascia di prezzo, ma il valore puro è probabilmente una preoccupazione secondaria se acquisti in questa fascia di prezzo.Ci sono molte opzioni meno costose (anche il modello base di questo sistema costa $ 600 in meno), ma questa macchina ha probabilmente la migliore build, può scalare i componenti e le funzionalità migliori e ha la durata della batteria più lunga.

Se hai un budget elevato e stai cercando una prima macchina da gioco con un grande schermo che sia ancora portatile, il Pro 17 è la scelta giusta.Se il prezzo non è un problema e non sei pronto per uno schermo più grande, forse vuoi concederti ancora di più per il super impressionante e unico Asus ROG Zephyrus Duo 15 (GX550), che ne racchiude due pannelli discreti in un unico laptop per alcune opzioni di gioco e produttività uniche.Per coloro che acquistano nel segmento di fascia alta ma cercano comunque un prezzo più ragionevole, l'Acer Predator Helios 700 di Editors' Choice offre un'esperienza simile a un desktop.